Tipi di mulinelli per ogni occasione e pescatore.

Tipi di mulinelli per ogni occasione e pescatore.

Taglie di mulinelli

I mulinelli sono raggruppati secondo delle taglie espresse in migliaia (2000, 3000, 4000…). Puoi trovare una guida alle taglie cliccando qui. Esistono molti tipi di mulinelli ed in questo articolo vi elencheremo i principali.

Mulinelli da casting o da spinning

Il casting e lo spinning sono spesso considerate tecniche complementari, ciò significa che il loro principio è il medesimo. Nello specifico chi pesca a casting risulta più preciso nei lanci e mantiene la lenza più tesa, però deve stare molto attento durante il lancio. Se la fuoriuscita di filo dalla bobina non viene rallentata prima che l’esca tocchi l’acqua, il rischio è che la lenza attorno alla bobina si arrotoli. Ciò in gergo è detto “sparruccare”. I mulinelli da casting sono equipaggiati con dei veri e propri freni, i quali servono per evitare quanto detto prima. Invece la caratteristica principale dei mulinelli da spinning deve essere la robustezza è la velocità di recupero della lenza, ad esempio un mulinello con rapporto 5,6:1 può essere una scelta molto valida: Questi numeri rappresentano i giri che il mulinello compie ogni giro di manovella, in particolare il modello preso in considerazione precedentemente compie 5,6 giri ogni giro di manovella. 

Puoi trovare mulinelli da casting visitando il nostro shop.

Mulinelli da baitrunner

I mulinelli da baitrunner sono utilizzati principalmente nella pesca delle carpe, infatti presentano alcune caratteristiche che possono essere sfruttate appieno in questo campo. Supponendo di pescare con un classico mulinello, occorre lasciare libera la frizione in modo che, quando l’animale avrà abboccato, potrà “scappare” con l’amo in bocca. Una volta che l’animale sarà partito occorrerà bloccare la canna e fermare la bobina di filo con le mani.  Infine si deve dare un colpetto per assicurarsi che la amo sia incastrato correttamente nella bocca del pesce, dopodiché chiudere la frizione e iniziare il vero e proprio recupero. tramite l’uso del baitrunner tutti questi passaggi vengono ridotti ad uno soltanto dalla doppia frizione.  Con il solo spostamento di una levetta potremo passare direttamente da una frizione libera ad una più stretta.

Vieni a scoprirli nel nostro negozio online.

Due tipi di mulinelli simili: con frizione anteriore o posteriore

Tra i mulinelli a frizione anteriore e i mulinelli a frizione posteriore non cambia granché. La scelta è a carico del escatore perché sarà lui a decidere con quale dei due tipi di mulinelli si trova più a proprio agio. Solitamente per la pesca a spinning vengono consigliati mulinelli con frizione anteriore perché più robusti.

Ne puoi trovare un’ampia gamma in negozio.

Mulinelli a bobina chiusa

I mulinelli a bobina chiusa sono usati soprattutto dai professionisti nella pesca al tocco.  Essa si effettua nei corsi d’acqua più impervi come i torrenti di montagna. Consiste nell’eseguire una montatura specifica che diminuisce gli incagli sul fondo. Inoltre chi pesca al tocco lancia e recupera molto velocemente. I principali pesci pescati con questa tecnica sono generalmente le trote perché sono abituate ad aspettare le prede appostate sul fondo dei piccoli corsi d’acqua.

Mulinelli a bobina fissa o a bobina rotante

I mulinelli a bobina fissa sono meno in pericolo quando si parla di sparruccare e sono più veloci nel recupero. I mulinelli a bobina rotante, anche se più difficili da imparare ad utilizzare, consentono più maneggevolezza ed una presa più facile; oltretutto consentono di eseguire lanci più precisi e più lunghi. Se i pescatori che devono scegliere tra questi due tipi di mulinelli sono alle prime armi oppure non sono degli ottimi lanciatori, le differenze sono soltanto soggettive. Quando si iniziano a considerare lanci più lunghi di 100/120 m bisogna effettuare una scelta ponderata. Si predilige la maneggevolezza oppure non si vuole correre il rischio di attorcigliare il filo?

Mulinelli elettrici

Lo scopo dei mulinelli elettrici è quello di rendere più piacevole l’esperienza del pescatore di profondità. C’è da considerare il fatto che l’Impiego di questo particolare tipo di mulinelli diventa indispensabile intorno agli 800/900 m per la pesca ai calamari, ai totani o agli scorfani. Questo fatto è dovuto alla grande difficoltà che si incontrerebbe se si dovesse calare e ritirare la lenza con la manovella, infatti si farebbe molta fatica e si impiegherebbe molto tempo. Durante la scelta dei mulinelli elettrici è importante controllare che questi ultimi abbiano delle specifiche caratteristiche. La principale di queste è il display: esso è importantissimo per sapere a che profondità stiamo operando, di quanto dobbiamo modificare la lunghezza della lenza oppure a che punto è la fase di recupero.

Scoprili nel negozio online.

Trackbacks and pingbacks

Nessun collegamento disponibile per questo articolo.

Lascia una risposta