La pesca in fiume con il gallegiante.

La pesca in fiume con il gallegiante.

La pesca in fiume è molto praticata nel nostro paese data la sua ricchezza di questo tipo di corsi d’acqua. Essa, però, non è il genere di pesca adatto ad un principiante, perché il pescatore necessita di una certa abilità per insidiare i pesci. 

I fiumi italiani hanno alcune caratteristiche ricorrenti che ci permettono di individuare il luogo adatto ad un certo tipo di pesca.

Quando essi sono larghi e la corrente non è molto forte, si pesca generalmente a fondo (oppure a ledgering) o con il galleggiante. La prima tecnica può dare molte soddisfazioni in poco tempo, però bisogna saperla adoperare con maestria. Invece la pesca in fiume con il galleggiante è ottimale con una canna alla bolognese.

Quando il fiume è, al contrario dei precedenti, stretto e con forte corrente, è consigliabile pescare in trattenuta o in passata. Se si applica la prima tecnica è necessario che un galleggiante tenga la lenza nella posizione desiderata dal pescatore e che una serie di piombini la mantenga sott’acqua. Alla pesca in trattenuta si può alternare quella in passata, la quale consiste nel far passare l’esca sul fondo “trainandola” con il galleggiante.

Infine la pesca a spinning in fiume può essere praticata in qualunque corso d’acqua di ogni tipo senza particolari differenze rispetto agli specchi d’acqua ferma. Puoi comunque trovare una guida sulla pesca a spinning cliccando qui.

L’attrezzatura necessaria per la pesca in fiume:

  • Le canne per la pesca in fiume devono avere una lunghezza di 5 metri se si effettua una pesca di ricerca, mentre di 7/8 metri se la pesca è di richiamo. In ogni caso, se l’obbiettivo sono pesci di notevoli dimensioni in superficie la canna è consigliabile parabolica, dato che deve sopportare la forza del pesce. Se invece si mira alle acque più profonde è necessario che la canna sia potente per evitare che l’animale fugga.

Vieni a scoprire tutte le alternative nello shop.

  • I mulinelli per la pesca in fiume sono generalmente di piccole dimensioni, ma il pescatore necessita solamente che la bobina sia larga in modo da poter controllare la fuoriuscita del filo.

Ne puoi trovare una grande varietà sul nostro negozio online.

  • I galleggianti per la pesca in fiume sono diversi per ogni occasione. Se l’acqua è calma quelli a penna sono la scelta migliore. Invece se la corrente è forte sono consigliati i galleggianti a sfera. Infine in caso di corrente lenta la forma più consona da utilizzare è quella a goccia.

Per scegliere il tipo di galleggiante di cui hai più bisogno, consulta questa guida.

  • Come esca è ideale il bigattino, alcuni pesci come il cefalo prediligono gli sfarinati.
  • La pasturazione è un elemento fondamentale nella pesca in fiume: essa attira i pesci predatori e li stana dai loro nascondigli. Le esche da usare come pastura sono le stesse che il pescatore deve usare sull’amo.

A proposito di pasturatori ti invitiamo a leggere questo articolo che spiega quali scegliere in base alle proprie esigenze.

Trackbacks and pingbacks

Nessun collegamento disponibile per questo articolo.

Lascia una risposta