La pesca al Black Bass, una caccia semplice e spesso proficua.

La pesca al Black Bass, una caccia semplice e spesso proficua.

Il Black Bass, volgarmente chiamato boccalone, è stato portato in Europa dall’America nel 1883. La pesca al Black Bass è al giorno d’oggi molto praticata sia da neofiti che da pescatori esperti perché è molto divertente.

Attrezzatura per la pesca ai boccaloni

Il necessario per la pesca al Black Bass è molto facile da reperire:

  • Innanzitutto è consigliata la scelta di una canna da casting oppure, nel caso si preferisse, una da spinning. Però le canne da casting sono più consigliabili data la loro maggiore precisione, anche se sono più complesse da utilizzare.

Puoi vedere le canne da pesca più adatte sul nostro sito.

  • Si può usare qualunque tipo di esca (di cui le caratteristiche sono spiegate nel nostro articolo riguardante le esche artificiali da spinning), tenendo conto che la loro dimensione deve andare dai 3/4 pollici in su. E’ molto importante selezionare la giusta gamma di colori in base alla luminosità delle acque in cui si vuole praticare la pesca al Black Bass: tanto più l’acqua è chiara tanto più l’esca deve essere chiara, senza però raggiungere una eccessiva luminosità che può spaventare l’animale.

Se vuoi vedere le esche artificiali per pescare i Black Bass non esitare ad andare nel nostro negozio online.

  • Per la pesca al Black Bass con una canna da casting è consigliabile un mulinello a bobina rotante, però per valutare al meglio la scelta di questo strumento è consigliato consultare il nostro articolo al riguardo.

Vieni a scoprirne una grande varietà cliccando qui.

  • Il filo adatto alla pesca al Black Bass è senza dubbio il fluorocarbon. La sua principale caratteristica è quella di essere poco visibile in acqua, che lo rende molto adatto per stanare il boccalone dai canneti o dalle acque basse dall’altra parte della riva. Questo tipo di filo ha solamente un difetto: essendo rigido, quindi senza la capacità di allungarsi, accompagnato da una canna da casting nelle mani di un pescatore poco esperto è quasi certo che si arrotoli intorno al mulinello.

Nel nostro shop hai l’imbarazzo della scelta.

Tecniche di pesca al Black Bass

  • Il primo consiste nel recuperare l’esca in prossimità del fondo compiendo piccoli movimenti con la punta della canna. Infatti questi movimenti faranno compiere dei “saltelli” all’esca. Naturalmente i minnows e le esche che non necessitano di particolari tipi di recupero sono adatti a questa tecnica.
  • Il pitching, invece, è una tecnica di pesca al Black Bass la quale consiste nell’afferrare la lenza con una mano, tirarla verso di se per flettere la cima della canna e poi lasciare di colpo per far schizzare l’esca verso il punto in cui vogliamo pescare. Infine il recupero deve essere eseguito con l’ausilio del mulinello.
  • Lo skipping consiste nell’alzare e abbassare l’esca in acqua per superare gli ostacoli più grandi. In questo modo l’esca sarà più efficace.
  • Inoltre esistono diversi tipi di recuperi per i diversi tipi di minnows:
    • per i sinking e per i suspending devono essere eseguiti recuperi principalmente lenti ma con velocità variabile. E’ anche importante fermarsi per qualche attimo tra uno scatto e l’altro.
    • per i sailing il recupero deve essere lento con piccoli strappi.
  • Con gli ondulanti non esiste un vero e proprio movimento da eseguire per la pesca al Black Bass, ma l’esca deve essere animata dal pescatore con:
    • movimenti più o meno veloci del mulinello;
    • movimenti costanti del mulinello e veloci strappi con la canna;
    • spostamenti irregolari della canna e del mulinello lasciando poi cadere l’esca per qualche secondo.
  • D’inverno i Black Bass si rintanano sul fondo e vengono stanati con l’uso di gomme aromatizzate e pasturatori dei quali abbiamo parlato in un precedente articolo che puoi raggiungere cliccando qui.
  • La pesca al Black Bass è spesso praticata a spinning, e per avere informazioni su questa tecnica ti invitiamo a guardare il nostro articolo al riguardo.

Trackbacks and pingbacks

Nessun collegamento disponibile per questo articolo.

Lascia una risposta